Regolamento Incompatibilità: alcuni tesserati potrebbero rischiare pesanti sanzioni dalla giustizia sportiva FISCT

Incredibile ma vero! Alcuni tesserati rischiano varie sanzioni dalla giustizia sportiva FISCT tra cui una squalifica dalla partecipazione ad eventi federali per un periodo minimo di anni 2 e non poter essere convocati nelle rappresentative nazionali per un periodo minimo di 5 anni.

Come è possibile ?

Partiamo dal principio e proviamo a dirimere questa strana matassa che vede coinvolti tesserati del calibro di Saverio Bari, in quanto il più in vista con Subbuteoland, ma anche tutti i tesserati FISCT che hanno fatto parte di qualche COL ed hanno organizzato tornei amichevoli, ma non sono stati autorizzati dalla FISCT stessa (Livorno, Roma, Bologna, Delegati Regionali, ecc.).

Il Regolamento Incompatibilità

Questo strambo regolamento nasce sull’onda del periodo di ingiustificata indignazione dovuto alla nascita della Lega Nazionale Subbuteo, particolarmente invisa a qualcuno del [vecchio] direttivo FISCT (oggi dimissionario), che tra cambi di Statuto (alcuni al limite del consentito) e nuove regole, ha cercato di mettere i bastoni tra le ruote ad un EPS (perché di questo si tratta essendo la LNS il settore nazionale di Opes) creando regolamenti di fantasia ed improvvisandosi legislatore esperto, senza valutare l’impatto che gli stessi regolamenti avrebbero avuto in generale sul movimento subbuteistico dei propri tesserati.

Per riassumerla in breve, secondo questo Regolamento, rischia pesanti sanzioni anche chi, come Saverio Bari, ha realizzato “il sogno”, ovvero ha aperto Subbuteoland!

  • logo subbuteoland

Vedendo in dettaglio gli articoli che lo compongono, balzano immediatamente all’occhio delle stranissime alchimie per vietare questo o quell’altro.

L’articolo 1, in pratica definisce chi sono coloro che devono attenersi al regolamento incompatibilità. Di fatto chiunque sia dentro alla FISCT sia in qualità di socio (il Club) che tesserato. Se poi sei delegato regionale… auguri…

L’articolo 2 colpisce i soci, indistintamente (quindi tutte le associazioni iscritte in FISCT):

Art. 2 – Incompatibilità relative al Socio
Il Socio, con le caratteristiche definite dallo Statuto della FISCT, non può svolgere attività di promozione di altre organizzazioni, associazioni, enti, comitati e quant’altri svolgano, organizzino o promuovano l’attività del calcio tavolo o del subbuteo, nell’ambito dell’organizzazione di qualunque manifestazione a lui autorizzata dalla FISCT (torneo oppure evento promozionale) se non su specifica autorizzazione del Consiglio Direttivo FISCT.
Il Socio non può svolgere, organizzare o promuovere altre organizzazioni, associazioni, enti, comitati e quant’altri svolgano, organizzino o promuovano l’attività del calcio tavolo o del subbuteo, in occasione di manifestazioni svolte, organizzate e promosse da altri Soci, autorizzate dalla FISCT (torneo oppure evento promozionale) se non su specifica autorizzazione del Consiglio Direttivo FISCT.
Il Socio non può svolgere nella stessa data in cui altri Soci organizzano manifestazioni autorizzate dalla FISCT (torneo oppure evento promozionale) attività di promozione di altre organizzazioni, associazioni, enti, comitati e quant’altri svolgano, organizzino o promuovano l’attività del calcio tavolo o del subbuteo, se non su specifica autorizzazione del Consiglio Direttivo FISCT.

Questo articolo, di fatto, impedisce (non si sa bene su quali basi giuridiche) ad un’associazione di promuovere il proprio EPS, ad esempio, apporre il logo del CONI e addirittura promuovere altre associazione amiche, se prima non si è chiesto alla FISCT di poterlo fare. E’ incredibile pensare che il COL di Subbuteoland debba chiedere un’autorizzazione per poter distribuire le proprie magliette o cappellini in quanto “altra organizzazione” durante lo svolgimento di un torneo. Allo stesso modo se il COL del torneo di Carate Brianza volesse distribuire il materiale Subbuteoland, ma anche pubblicità di tornei di altri club (altre associazioni), dovrebbe chiedere il permesso…

Attenzione anche a voler partecipare ad una sagra di paese e organizzare un torneino amichevole monomarca Subbuteo (quello vero che magari vi regala il materiale per i premi) a Pavia la stessa domenica di un torneo Open FISCT di Siracusa! Se non avete chiesto autorizzazione scordatevelo oppure rischiate la pena prevista dalla giustizia sportiva!

Andiamo avanti, va. Dei tesserati non vogliamo parlare? Ecco l’art. 3!!

Art. 3 – Incompatibilità relative al Tesserato
Il Tesserato è libero di partecipare a tutte le manifestazioni svolte, organizzate o promosse dalla FISCT e da di altre organizzazioni, associazioni, enti, comitati e quant’altri svolgano, organizzino o promuovano l’attività del calcio tavolo o del subbuteo.
Quando il Tesserato partecipa a manifestazioni organizzate o promosse dalla FISCT ha il dovere e l’obbligo di rispettare i regolamenti della FISCT, inoltre, non può svolgere attività di promozione di altre organizzazioni, associazioni, enti, comitati e quant’altri svolgano, organizzino o promuovano l’attività del calcio tavolo o del subbuteo, se non su specifica autorizzazione del Consiglio Direttivo FISCT.
Il Tesserato che partecipa a manifestazioni organizzate o promosse dalla FISCT, non può indossare abbigliamento che promuova altre organizzazioni, associazioni, enti, comitati e quant’altri svolgano, organizzino o promuovano l’attività del calcio tavolo o del subbuteo, se non su specifica autorizzazione del Consiglio Direttivo FISCT.

In pratica come sopra, ma riferito all’individuo e non più all’associazione. Si aggiunge l’indicazione dell’abbigliamento, ma manca l’indicazione di un dress-code FISCT, pertanto qualsiasi capo di abbigliamento di organizzazioni esterne la FISCT (abbigliamento a marchio Subbuteo [quello vero], maglietta promozionale Zeugo, maglietta Subbuteoland, ecc., qualsiasi maglietta di qualsiasi associazione subbuteistica sul territorio anche se socia FISCT [promuovendo la propria associazione, si è contro il regolamento], ecc.) devono essere autorizzati dalla FISCT stessa. Solo l’abbigliamento della nazionale e dei membri del consiglio direttivo parrebbe non soggetto ad autorizzazione riportando inequivocabilmente i simboli FISCT. Ci aspettiamo che l’abbigliamento di gioco ci venga regalato dalla FISCT, dunque…

L’art. 4 di seguito sembra leggero, ma è quello che di fatto bloccherebbe l’attività!

Art. 4 – Incompatibilità relative al COL
I Tesserati individuati dal Socio per ricoprire il ruolo di COL nell’ambito di manifestazioni (torneo oppure evento promozionale) non possono essere soggetti a squalifica o nel corso di un provvedimento disciplinare pendente.
I Tesserati individuati dal Socio per ricoprire il ruolo di COL non possono ricoprire incarichi di qualunque genere in altre organizzazioni, associazioni, enti, comitati e quant’altri svolgano, organizzino o promuovano l’attività del calcio tavolo o del subbuteo.
Il COL non può svolgere attività di promozione di altre organizzazioni, associazioni, enti, comitati e quant’altri svolgano, organizzino o promuovano l’attività del calcio tavolo o del subbuteo, nell’ambito dell’organizzazione di qualunque manifestazione a lui autorizzata dalla FISCT (torneo oppure evento promozionale) se non su specifica autorizzazione del Consiglio Direttivo FISCT.

In pratica questo articolo colpisce indistintamente chiunque promuova altre organizzazioni, associazioni, enti, ecc. sempre che si sia fatto parte di un COL di un qualsiasi torneo FISCT. Manca infatti l’indicazione temporale di quanto dura l’effetto per il regolamento di aver ricoperto il ruolo di COL!! Tradotto se io promuovo un torneo organizzato da Subbuteoland, ma non autorizzato da FISCT, oppure un torneo organizzato da SPQR MMIX, ma non autorizzato FISCT, o ancora un torneo organizzato da Livorno, ma non autorizzato da FISCT, sono automaticamente deferito alla giustizia sportiva (sono stato COL di numerosi tornei)! Idem se lo organizzo e ho fatto parte di COL!

Ma mettiamo caso che al suddetto torneo partecipi, che so, il presidente FISCT che rappresenta la FISCT e quindi ne è COL delle manifestazioni federali! Cosa succederebbe, dunque? Anche la FISCT verrà deferita? Oppure solo lui? Io stesso, qui sopra, ho promosso il Trofeo delle Regioni. Ovviamente mi aspetto una dura condanna essendo ancora un tesserato FISCT che ha ricoperto numerose volte il ruolo di COL! Addirittura dovrei chiedere l’autorizzazione per scrivere questo blog in quanto promuovo l’attività del calciotavolo facendolo al di fuori del controllo della FISCT!! 😀

Ma non è tutto! Perché la chicca è che in base a quanto sopra un presidente di club o membro di un consiglio direttivo di un club, non potrà mai far parte, né deve aver mai fatto parte di un COL!! Pare non interpretabile l’indicazione che: “Tesserati individuati dal Socio per ricoprire il ruolo di COL non possono ricoprire incarichi di qualunque genere in altre organizzazioni, associazioni, enti, comitati e quant’altri svolgano, organizzino o promuovano l’attività del calcio tavolo o del subbuteo“. Il soggetto è la FISCT, pertanto, cari dirigenti di associazione, verrete tutti “indagati” dalla giustizia sportiva FISCT.

L’art. 5 è dedicato ai delegati regionali. Se malauguratamente uno di essi dovesse azzardarsi ad organizzare qualsiasi cosa fuori ambito FISCT e non autorizzato da essa, verrà immediatamente degradato a tesserato semplice perdendo il ruolo di delegato regionale.

L’articolo 6 merita un’analisi approfondita essendo esso, probabilmente, al limite della valutazione legale

Art. 6 – Incompatibilità relative al Legale rappresentante del Socio
Il Tesserato che svolge il ruolo di Legale rappresentante del Socio affiliato alla FISCT ha responsabilità sia nei confronti della FISCT che di terzi.
Il Tesserato che decade dal ruolo di Legale rappresentante del Socio affiliato alla FISCT deve darne immediata comunicazione alla FISCT fornendo la documentazione ufficiale attestante il nuovo Legale rappresentante, in modo da provvedere alla sua sostituzione in tutte le sedi opportune.
Il Tesserato che svolge il ruolo di Legale rappresentante del Socio affiliato alla FISCT non può ricoprire ruoli od avere incarichi in di altre organizzazioni, associazioni, enti, comitati e quant’altri svolgano, organizzino o promuovano l’attività del calcio tavolo o del subbuteo.

Nei primi due paragrafi banalità, ma il terzo ha dell’incredibile! In pratica la FISCT pretenderebbe di definire cosa può o non può fare un rappresentante legale di un’associazione arrivando a vietarne l’attività presso altri enti o associazioni che promuovano il calcio tavolo. Il rappresentante legale, non tesserato FISCT, cosa potrebbe temere dalla FISCT? Forse una ritorsione con penalizzazione dell’intero club? La presunzione per cui il rappresentante legale di un’associazione indipendente iscritta in FISCT debba essere obbligatoriamente tesserato per la FISCT stessa, da che fonte giuridica arriva? Credo che sia materia di avvocati, io me ne tiro fuori. Nel frattempo un ripassino a cosa accadde alla FISE può essere di aiuto… 😉

L’art. 7 definisce che un tesserato con incarichi in FISCT (consiglio direttivo, giustizia, ecc.) non possa averne di analoghi in altri enti, associazioni, ecc., con oggetto il calciotavolo. Questo è un punto sensato.

LE SANZIONI

Siamo al momento clou. Rullino i tamburi e suonino le trombe! Rischi pene meno severe se scappi con la cassa della FISCT…

“Il Tesserato che violi l’Art. 3 o l’Art. 4 o l’Art. 5 o l’Art. 6 o l’Art. 7 sarà deferito agli organi disciplinari della FISCT e sarà soggetto alle sanzioni previste dal Regolamento di Disciplina della FISCT.
Il Tesserato che violi l’Art. 3 o l’Art. 4 non potrà partecipare ad eventi Federali FISCT per un periodo minimo di anni 2 (Campionati Italiani Individuali ed a Squadre, Coppa Italia Individuale ed a Squadre), inoltre non potrà essere convocato nelle rappresentative nazionali per un periodo minimo di 5 anni.
Il Tesserato che violi l’Art. 3 o l’Art. 4 o l’Art. 5 o l’Art. 6 o l’Art. 7 non potrà far parte del COL di una manifestazione organizzata o promossa dalla FISCT per un periodo minimo di anni 3.
Il Tesserato che violi l’Art. 5 commi 4 e 5, senza darne immediata comunicazione al Consiglio Direttivo FISCT, sarà deferito agli organi disciplinari della FISCT e sarà soggetto alle sanzioni previste dal Regolamento di Disciplina della FISCT.”

Ricorda che questo è un regolamento attualmente in vigore!

E’ bene sottolineare che correrebbe dei rischi anche un normale tesserato che dovesse avere l’incarico di cuocere le salsicce in un ritrovo paesano con semplici attività promozionali di Subbuteo organizzato da suoi amici, SENZA AUTORIZZAZIONE del Direttivo FISCT. Anche questo è un caso in cui il tesserato ricopre “incarichi di qualunque genere in altre organizzazioni, associazioni, enti, comitati e quant’altri svolgano, organizzino o promuovano l’attività del calcio tavolo o del subbuteo”.

In base all’ART. 4, 5, 6 , 7 e 8, il povero cuoco volontario di salsicce, non potrà ambire a giocare in nazionale, organizzare tornei FISCT o avere alcun tipo di incarico in FISCT.

CONCLUSIONI

Amici , Club e Tesserati che abbiamo citato perdoneranno questo clamore e questa ribalta, ma l’esempio era d’obbligo per far comprendere fino in fondo che ideare regolamenti non è un gioco da fare nei ritagli di tempo perché essi devono derivare da analisi approfondite che verifichino tutte le conseguenze che gli stessi potrebbero avere sui soci.

Il regolamento oggetto dell’articolo è stato inviato ai soci il 28 gennaio 2020 dal segretario precedente e firmato dal presidente e tutto il direttivo di quel momento.

Credo sia palese che la modifica statutaria tanto voluta dal direttivo [vecchio], dell’art. 29 che indica come lo stesso direttivo possa: “delibera i regolamenti per il funzionamento della Federazione e per l’elezione degli organi sociali; emana delibere interpretative e/o regolamentari con valore di regolamento integrativo;” sia alquanto pericolosa visto che i regolamenti impattanti sulla vita sociale di tutti i soci dovrebbero essere analizzati ed approvati dall’assemblea e non da 7 persone che, visto quanto sopra, potrebbero prendere cantonate clamorose.

Ci aspettiamo che il prossimo Direttivo FISCT sospenda prontamente o annulli il sopracitato Regolamento di Incompatibilità per tutte le future situazioni che dovessero verificarsi allo scopo di favorire la promozione di Calcio Tavolo e Subbuteo a tutti i livelli.

Questo articolo è stato eccezionalmente scritto a quattro mani dai sempre vostri,

Maurizio e Massimo


La nostra selezione per te delle migliori offerte!

Scopri le proposte Wanapix! Regali personalizzati a prezzi eccezionali!

Esplora il paradiso del merchandising su Merchadising Plaza!

La maglietta storica delle migliori squadre europee solo su 3Retro

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: