STAVOLTA CI SIAMO, IL SUBBUTEO E’ ANCORA VIVO!

Ci siamo davvero, stavolta! Manca ormai pochissimo alla ripartenza e già si leggono organizzazioni di tornei, potenziali COL che scaldano i motori organizzativi e tanto entusiasmo!

Anche chi ha investito nel subbuteo con nuove idee e produzioni, potrà finalmente beneficiare e testare se ciò che ha realizzato, siano basi di gioco, miniature o accessori, sarà apprezzato dai giocatori e acquistato.

Insomma riparte la giostra comune a tutte le attività di gioco del mondo e questo, finalmente, ci farà nuovamente raccontare di tornei, difensive millimetriche o pallonetti da urlo! Non vediamo l’ora!

I tornei partiranno da Genova, patria del subbuteo italiano, con il torneo che sarà organizzato dal club Banda Bassotti, storico club da sempre attivissimo nel mondo del subbuteo tradizionale.

Ci racconta Enrico, uno degli organizzatori, che il torneo sarà un evento “privato” ad invito perché ci tengono a rispettare tutte le idee sulla ripartenza, siano esse favorevoli che contrarie. Una grande sensibilità dimostrata da questi ragazzi in un momento che è ancora difficile stante i tanti differenti punti di vista delle persone.

é davvero piacevole sapere che da un torneo di 24/32 persone come avevano preventivato gli organizzatori, appena si è sparsa la voce, le richieste sono diventate tantissime a dimostrazione che c’è tanta voglia di normalità! Oggi hanno chiuso il numero dei partecipanti a 48 iscritti anche se le richieste di iscrizione superano i 60 giocatori.

Particolarmente significativo il titolo del torneo che si presta alle più disparate interpretazioni, da quelle innocenti a quelle più cattive. Io lo interpreto come uno slogan per dire, ancora una volta, che il subbuteo non è “roba vecchia”, ma può essere ancora attuale e divertente per tutti! Dobbiamo essere noi i primi, però, a dimostrarlo non facendoci vedere come adolescenti di 50 anni!

In ultimo, ma non meno importante, ci tengo a sottolineare l’investimento che sosterranno questi ragazzi offrendo il buffet a tutti i partecipanti. La loro spiegazione è davvero bella: lo fanno per ringraziare chi condividerà con loro il piacere di giocare a subbuteo! Bé, amici, solo applausi!

ATTUALITA’, RUMORS E DIETRO LE QUINTE

Da qui in poi potremmo far intristire pesantemente i pochi detrattori del direttivo FISCT, perché ci sono notizie e novità davvero molto importanti che però devono essere verificate e confermate (per meglio dire, autorizzate alla divulgazione :-)). Ma siamo buoni e sappiamo che il fegato è importante e a forza di roderselo poi si esaurisce e non vogliamo passare per cattivi!

Comunque il lavoro sinergico tra FISCT ed il Settore Nazionale Subbuteo Opes Italia sta cominciando a dare frutti che saranno davvero particolarmente succulenti. Non posso anticipare nulla, ma posso consigliarvi di iniziare a lucidare le basi. Si sa mai che venga inviato un protocollo che consentirà, finalmente, di giocare in modo sicuro, autorizzato, divertendosi e firmato da un EPS che ha già fatto inserire il Subbuteo tra le attività di interesse nazionale dal CONI! Insomma dopo tante chiacchiere del passato, responsabili oscuri di settori subbuteo inventati all’uopo, finalmente un’attività di un direttivo alla luce del sole e che in pochissimi mesi sta dando incredibili risultati.

Ci sarebbe ancora una notizia davvero roboante, ma per questa niente indizi! Appena sarà definitivamente confermata faremo uno speciale ad essa dedicata!

Non me ne vogliano alcuni ex fantastici amministratori, ma sono i fatti che contano e non me ne vengono in mente del recente passato!

Come sempre restiamo attenti ed all’erta! Sempre dalla parte dei subbuteisti, senza peli sulla lingua, finché potremo saremo qui per informarvi su tutto ciò che riguarda il mondo del calciotavolo subbuteo senza limiti di sorta, etichette o condizionamenti

W il subbuteo!

3 pensieri riguardo “STAVOLTA CI SIAMO, IL SUBBUTEO E’ ANCORA VIVO!

  • 27/05/2021 in 12:03
    Permalink

    Giusto un appunto per chiarire un paio di dettagli:
    Banda Bassotti è un Old Subbuteo Club, attivo da molti anni nel circuito Old Subbuteo. Infatti la maggior parte delle immagini in coda all’articolo si riferiscono a un evento Old Subbuteo di circa tre anni fa (tanto che in foto ci sono pure io).

    Alcuni componenti del club operano anche nel Subbuteo tradizionale (che ormai è l’etichetta della sezione all’interno della Fisct, quindi ormai “tradizionale” è un aggettivo che identifica una cosa specifica) con un altra struttura che non è Banda Bassotti. Giustamente, aggiungo, perché ognuno deve poter essere libero di fare quello che più desidera. Senza se e senza ma.

    Questo rimane, come correttamente detto, un evento indipendente, un ottimo evento tra l’altro perché conosco bene le qualità degli organizzatori.

    Rispondi
  • 27/05/2021 in 12:04
    Permalink

    Alberto Priora, amministratore Old Subbuteo

    Rispondi
  • 28/05/2021 in 07:16
    Permalink

    Confermo quanto detto da Alberto.
    La Banda Bassotti cerca di essere coerente nel propagandare valori non agonistici ed amatoriali nel subbuteo che trovano riferimento nell’old.
    In questo caso abbiamo cercato di dare una risposta simboloca di rinascita dopo un momento covid che ha devastato le relazioni sociali e ha colpito molte famiglie con lutti e patologie croniche.
    Volevamo fare un evento classico ma forse il momento era prematuro per molti aspetti, la gente ha ancora comprensibilmente paura, e così Exeter (Enrico) si è fatto carico di creare un evento interno ad inviti ponendo al centro una cultura non agonistica proponendolo a chi era riusciva ad accogliere soggettivamente questa proposta in questo momento critico.
    Molto molto più semplice di come si può pensare, ma molto più coerente di quanto non si pensi.
    Un caro saluto a tutti e ancora grazie ad Alberto

    Joe Condor (Fabio Caocci referente OSC Banda Bassotti)

    Rispondi

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: