world cup subbuteo

Ebbene sì! Anche il calciotavolo ha il suo campionato del mondo e non sarebbe potuto essere diversamente!

Il fascino che il Campionato del Mondo esercita sugli appassionati di calcio e calciotavolo è paritetico. La recente cocente delusione dovuta all’esclusione della nostra Nazionale maggiore dai prossimi mondiali è fresca, ma tenteremo di stemperarla a fine estate andando a cercare la vittoria nel mondiale in miniatura, giocato sui campi di calciotavolo.

Quest’anno l’organizzazione dell’evento è toccata all’Italia e a Roma sono già diversi mesi che la macchina organizzatrice tesse relazioni con le istituzioni per trovare una location adeguata. Alla fine si è riusciti, ma non svelerò nulla fino a che non verrà diramata la comunicazione ufficiale da parte di FISCT insieme al Settore Nazionale Subbuteo di OPES Italia.

Il mio articolo di oggi, però, vuole evidenziare non tanto il Campionato del Mondo in sé, ma il ruolo fondamentale che avranno i selezionatori delle varie nazionali che sono stati nominati dal Consiglio Direttivo della Federazione Italiana Sportiva Calcio Tavolo.

LE CATEGORIE

Come per il calcio “vero”, anche il calciotavolo ha diverse nazionali di categoria. La nazionale maggiore, la prima squadra, è la nazionale della categoria Open. Da sempre considerata la “categoria regina” gli open sono i giocatori over 20 e under 45.

Per gli over 45 esiste la categoria “Veteran”. Essa è dedicata ai giocatori che eccellono nei tornei nazionali nella loro categoria di riferimento potendo giocare, comunque, anche nella categoria Open. I giocatori Veteran sono, solitamente, in attività da tanti anni e di grandissima esperienza.

Troviamo poi la categoria Under 20 formata da giocatori over 16 e under 20, appunto, seguita dalla categoria Under 16 per finire con la categoria Under 12.

Anche la categoria femminile non è da meno, naturalmente, ed ha la sua nazionale, ma in questo caso non vi sono range di età da rispettare. Il mondo femminile nel calciotavolo non è ancora troppo presente anche se sono diversi i club che iniziano ad avere giocatrici che si appassionano all’attività.

IL C.T. DELLA SQUADRA OPEN: MARCO LAMBERTI

Iniziamo dagli Open, dunque. Da sempre il CT della categoria Open è quello che ha sulle spalle la più alta responsabilità. La prima squadra è sempre sotto i riflettori e i risultati sono molto importanti per dare visibilità a tutta l’attività. Non che le altre categorie siano meno importanti, sia chiaro, ma come nel calcio maggiore la vittoria della Nazionale di Mancini ha un eco diverso rispetto alla vittoria dell’under21 e anche nel calciotavolo vale la stessa regola.

Alla guida della Nazionale Open, comunque, rivediamo uno storico CT che per tanti anni ha guidato la squadra: Marco Lamberti.

Marco Lamberti e Paolo Rossi a “Casa Azzurri” in Germania nel 2006

Marco è da sempre tesserato per la Fratelli Bari Reggio Emilia, squadra storica e plurititolata. Ha iniziato la sua carriera di CT della nazionale nel 2006 ed è rimasto al comando fino al 2014 grazie ai risultati ottenuti di grandissimo prestigio. In quegli anni il CT era responsabile sia della nazionale Open che Veteran. Un compito non facile visto anche il numero di campioni nazionali da gestire.

I titoli mondiali vinti da Marco sono 15 suddivisi in 7 mondiali Open e 8 mondiali Veteran.

Dopo vari cambi di C.T. susseguitesi dal 2014 al 2018, cambi più “politici” del periodo più buio della Federazione Nazionale, il nuovo direttivo ha nominato Marco Lamberti ritornando a quello che è stato uno dei portabandiera più illustri dell’Italia calciotavolistica.

L’esperienza di Marco al servizio della nazionale “maggiore” sarà un deciso plus del quale beneficeremo tutti, dai componenti della squadra fino a noi tifosi che vorremmo sempre vedere l’Italia trionfare in qualsiasi competizione!

IL C.T. DELLA SQUADRA VETERAN: GIANFRANCO CALONICO

Prima assoluta come C.T. per Gianfranco Calonico, ma esperto giocatore della nazionale da tanti anni!

Gianfranco viene convocato la prima volta in occasione dei mondiali di Manchester nel 2012. Quell’anno il mondiale Veteran sarà appannaggio dell’Austria, alla sua prima ed unica vittoria ad un mondiale di questa categoria. L’apporto di Gianfranco, comunque, è molto importante e diviene convocato fisso fino al 2018, anno dell’ultimo mondiale disputato.

Nel suo carnet vanta 5 Coppe del Mondo e una grandissima esperienza.

E’ vero che gestire una squadra non è giocare, ma Gianfranco siamo certi saprà mettere tutto quanto imparato da giocatore, sia in nazionale che nella sua squadra di club, il Master Sanremo, al servizio degli azzurri per andare a cercare di vincere il quarto titolo consecutivo dei Veteran dopo i mondiali di Belgio, Francia e Gibilterra!

Forza Veteran Azzurri!!!

IL C.T. DELLA SQUADRA LADIES: STEFANO BUONO

La passione di Stefano per il calciotavolo nasce nell’Associazione Calcio Subbuteo Perugia dove impara a giocare e diventa anche molto bravo per poi trasferirsi in Sicilia seguendo il cuore ed approdando al Subbuteo Club Bagheria.

Stefano Buono ai mondiali del 2018 di Gibilterra

Questa sua chiamata in nazionale è la continuazione di un progetto iniziato con il mondiale di Gibilterra del 2018 dove Stefano era stato designato per ridare smalto alla nazionale femminile che, ricordiamolo, ha delle gran brave giocatrici. Nel 2018 l’hanno fatta da padrone le ragazze francesi, ma siamo certi che quest’anno potremo dire anche noi la nostra senza dimenticare che Belgio e Francia restano due “corazzate”!

Ho scambiato qualche parola con Stefano relativamente al suo progetto di rilancio della nazionale femminile e sono rimasto davvero colpito dalla risolutezza e dalle idee.

Il mio è un progetto a lungo termine con lo scopo di valorizzare tutto il circuito femminile italiano creando amichevoli ogni volta ci sia la possibilità.
Ci sono tantissime giocatrice brave in Italia che purtroppo fanno tornei con poca continuità oppure non trovano spazio nei club negli incontri a squadra.
Il nostro stimolo deve essere quello di raggiungere e superare il Belgio e la Francia che sono due corazzate.

Stefano Buono

Stefano ha partecipato a molte edizioni dei mondiali in qualità di Under. Può vantare due terzi posti Under 15, tre terzi posti Under 19 ed una Coppa del Mondo Under 19!

Abbiamo la forte sensazione che la nazionale femminile abbia trovato un ottimo C.T. che sarà capace di ricreare quell’entusiasmo e spronare i club sul territorio a sviluppare anche l’attività femminile! Noi di calciotavolo.net saremo sicuramente al suo fianco qualsiasi iniziativa vorrà promuovere!

Intanto forza ragazze, e forza Stefano!! Riportateci sul tetto del mondo!

IL C.T. DELLA SQUADRA UNDER 20: ALFREDO PALMIERI

Dire Alfredo Palmieri è come dire nazionale di calciotavolo.

Dal 2007 al 2018 senza interruzioni! Il suo palmares è di tutto rilievo:
– 4 Coppe del Mondo con l’Under 15
– 5 Coppe del Mondo con l’Under 19
– 1 Coppa del Mondo con la Femminile
– 1 terzo posto con la Femminile

La nazionale femminile vincitrice del mondiale 2015 guidata da Alfredo Palmieri

Insomma ci sarebbe poco da dover dire di Alfredo oppure tantissimo, ma diciamo che l’esperienza e la conoscenza del mondo calciotavolistico sia nazionale che internazionale ne fa un esponente di assoluto rilievo del movimento italiano.

Alfredo Palmieri ha sempre seguito i giovani, per passione, rinunciando alla sua crescita tecnica, al suo gioco, per dare un futuro all’attività giovanile che per diversi anni in passato, era “quasi scomparsa”. Lui non ha mai perso l’entusiasmo ed è sempre stato un riferimento per i ragazzi e la Federazione Italiana Sportiva calcio tavolo.

Le sue parole sul progetto che sta portando aventi sono semplici e mirate: “Bravura, correttezza e capacità di stare in gruppo“. Credo sia tutto!

Forza Alfredo e Forza Under 20!!!

IL C.T. DELLA SQUADRA UNDER 16: CESARE NATOLI

Anche la squadra Under 16, nuova categoria che ha sostituito la precedente Under 15, beneficerà di un selezionatore decisamente esperto e con grandi qualità umane e tecniche.

Cesare Natoli C.T. dell’under 15 nel 2015

Dirigente del Messina Table Soccer, sarà per la terza volta al “comando” di una nazionale giovanile proseguendo quello che era stato l’ultimo anno dei campionati del mondo, il 2018, sospesi poi nel 2020 causa pandemia.

Cesare Natoli inizia la sua esperienza come C.T. gestendo nel 2015, ai mondiali di casa, la squadra Under 15 e portandola alla vittoria dopo una cavalcata entusiasmante e vincente. Richiamato nel 2017, gli viene affidata la squadra under 19 ai mondiali francesi e conquista la sua seconda Coppa del Mondo di categoria. Nel 2018, poi, a Gibilterra si trova a gestire una squadra Under 12 con alcune defezioni dell’ultimo minuto, ma grazie alla sua capacità tecnica riesce ad agguantare la finale per poi perderla contro una fortissima Spagna che vince la sua prima Coppa del Mondo della categoria Under 12. Un secondo gradino del podio di assoluto rispetto, comunque!

La nazionale Under 15 vittoriosa ai mondiali italiani del 2015

Da sottolineare come Cesare sia sempre stato indicato alla guida di squadre giovanili. Questo deriva da quanto costruito con il suo club dove la componente giovanile è sempre stata preponderante e molto importante. Gestire dei ragazzi, lo sappiamo bene, non è semplice. Il Messina Table Soccer si è sempre distinto in questo grazie a dirigenti, come Cesare, capaci ed esperti, attenti sia all’aspetto tecnico che educativo del gioco!

Forza ragazzi, forza Cesare e Forza Azzurri!!

IL C.T. DELLA SQUADRA UNDER 12: LUCA BISIO

Esordio assoluto sulla “panchina” della nazionale Under 12. Luca Bisio si presenta con il compito non semplice di allestire una squadra tutta nuova e da scoprire. Ricordiamo che è dal 2018 che non viene organizzato il Campionato del Mondo di Calciotavolo e questo ha portato a dover costruire la squadra Under 12 di quest’anno partendo da zero senza nessun risultato precedente in ambito mondiale.

Luca Bisio nasce sportivamente nel famoso club Stella Artois Milano dove ancora gioca. Fin da subito si fa notare per il suo gioco molto preciso e sale rapidamente il ranking nazionale fino ad arrivare a livelli di gioco molto alti. Oggi Luca è un indiscusso ottimo giocatore che avrebbe magari anche potuto ambire ad un posto nella nazionale Veteran, ma ha accettato senza remore il ruolo di C.T. dell’Under 12.

Il suo gioco meticoloso e ragionato rispecchia la sua capacità tecnica. Gli abbiamo chiesto i criteri che utilizzerà per costruire la “sua” Under 12 e la risposta è stata chiara e precisa:

I criteri di selezione sono tre: la capacità nel gioco, il comportamento corretto in campo e fuori dal campo, l’esperienza in torneo maturata dal giocatore.

Luca Bisio

Credo che quanto ci dice sia la massima espressione dell’accezione educativa che deve avere il calciotavolo soprattutto per i giovanissimi! Tecnica ed educazione (sportiva e non) devono essere la base di crescita dei nostri ragazzi.

Ottimo lavoro, Luca, ancora prima di iniziare. Siamo certi che avrai sicuro successo a prescindere dai risultati.

Forza Azzurrini!!!

Le squadre

I giocatori selezionati per rappresentare l’Italia non sono ancora stati definiti, ma consideriamo che il mondiale si giocherà a settembre pertanto i nostri C.T. hanno ancora molto da poter valutare per scegliere la miglior combinazione e creare una squadra vincente!

Fonte: wikipedia

Forza Azzurri e W il calciotavolo!!

2 pensiero su “Il C.T. della nazionale di calciotavolo”

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: