Quando il subbuteo è “usato” nelle stanze dei bottoni!

Ci risiamo, arriva Enrico Letta e si riparla di subbuteo.

I media nazionali si divertono nel contrapporre le idee politiche mischiandole con le passioni dei nostri politici e quindi ritroviamo Enrico Letta con il subbuteo che si contrappone a Matteo Renzi con la Play Station.

Alcuni quotidiani nazionali sono usciti con la foto di Letta che gioca a subbuteo in prima pagina e questo ha fatto molto piacere a noi appassionati, sempre alla ricerca di nuovi giocatori, stante la pubblicità indiretta che ci viene garantita.

Sorge anche spontanea una domanda, però: quanto giova mischiare la politica con le passioni private dei personaggi pubblici per il nostro movimento?

Nel caso del calciotavolo subbuteo ho provato a fare una piccola analisi basandomi su alcune reazioni viste tra gli appassionati dopo l’uscita dei quotidiani con le foto dell’ex premier che gioca a subbuteo. Reazioni discordanti e contrapposte come era naturale che fosse.

enrico letta e zoro

Tempo fa Enrico Letta fu protagonista in una trasmissione televisiva “Propaganda Live” dove parlando di subbuteo, venne coinvolto da da un tweet di Mauro Simonazzi (presidente di Lega Nazionale Subbuteo Opes Italia) che ebbe una grandissima risonanza e fece “promettere” a Letta di andare a giocare presso la nascente sede del Centro Sportivo in Miniatura una partita. Al momento, complice la situazione epidemiologica ancora irrisolta, non abbiamo avuto la fortuna di vederlo in campo.

Oggi si riaccende la “fiammella” di tanti appassionati che sperano di trovare un testimonial che gli possa garantire visibilità e ormai a questi va bene tutto!

Davvero un esponente politico di spicco potrebbe esserci di aiuto?

Domanda difficilissima! Di primo acchito potrei essere tentato nel rispondere che chiunque sia un personaggio pubblico può aiutarci! Poi, però, rifletto un attimo su alcuni accadimenti del passato e mi viene in mente quando una presentatrice di un notissimo programma sportivo, una decina di anni fa, fece uno speciale da una nostra manifestazione nazionale e venimmo clamorosamente presi in giro diventando oggetto di battute e storpiature del nome del gioco.

Ad oggi posso ricordare solo Valentina Vezzali, al mondiale di calciotavolo del 2015 svoltosi a San Benedetto del Tronto, come una testimonial che ha dato importanza e lustro al nostro gioco senza metterci altro in mezzo. In qualità di madrina della competizione ha presenziato all’inaugurazione, dato inizio alla manifestazione con il promo colpo a punta di dito e risposto ai diversi giornalisti presenti. Una pubblicità a noi, al gioco, alla FISCT senza secondi fini! Si parlava di calciotavolo subbuteo, non altro in primo piano e noi sullo sfondo!

Per il subbuteo, inteso come marchio del gioco, non possiamo non ricordare l’importantissima campagna pubblicitaria che ha visto Buffon come protagonista. Anche in questo caso, seppur con un risvolto commerciale importantissimo, la figura del portierone della nazionale di calcio ci ha consentito di beneficiarne anche come associazioni e club sul territorio.

Dunque la pubblicità “di riflesso” da un Enrico Letto può farci bene? Fintanto che è una foto dove l’ex premier gioca, ancora ancora, se invece viene usata come pretesto per contrapposizione politica rischiamo di generare discussioni e polemiche anche al nostro interno perché la connotazione politica del personaggio non verrà mai messa in secondo piano, ovviamente. Diverso sarebbe se Enrico Letta andasse davvero al Centro Sportivo in Miniatura a farsi qualche amichevole! In questo caso sarebbe completamente diverso il messaggio da un eventuale articolo di giornale!

Foto di copertina presa da Internet


Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: