Elezioni 2020: statistiche Subbuteo e CDT a Squadre (da riformare)

A grande richiesta Statistiche del gioco a Squadre Subbuteo e CDT.

Subbuteo Tradizionale FISCT

Ho recuperato i dati pubblici relativi ai Tornei Subbuteo dall’ultimo Ranking FISCT formato Excel disponibile. E’ aggiornato al Giugno 2019 e copre un periodo inferiore ad un anno da Settembre 2018 a Maggio 2019.
In tale Ranking non sono contati i Campionati Nazionali.

A quel tempo, nei 9 mesi di attività abbiamo avuto:

Tornei Disputati = 9 (colonne del Ranking)

Totale Iscrizioni = 103 , ovvero una media di 11 squadre a torneo
Da notare che la situazione è molto varia , abbiamo alcuni Tornei con solo 4,5,8 squadre iscritte, come altri da 23,22,20.

Squadre attive (almeno un Torneo) = 52 , ovvero ogni squadra ha giocato in media circa 2 Tornei

Calcio Tavolo FISCT (e FITSF in Italia)

Nel Calcio Tavolo ho preso il Ranking FISCT aggiornato a Giugno 2019, con i dati dei 12 mesi precedenti.
In tale Ranking non sono contati i Campionati Nazionali Serie A,B,C,D.

Tornei Disputati = 20 (colonne del Ranking)

Totale Iscrizioni = 257 , ovvero una media di 13 squadre a torneo

Squadre attive (almeno un Torneo) = 98 , ovvero ogni squadra ha giocato in media circa 2,5 Tornei

Se eliminiamo i FISTF e la Coppa Italia , restano 138 partecipazioni , su 13 Tornei.

Vuol dire che i Tornei Open a Squadre fanno una media di 10 iscritti e ogni squadra in media ne disputa 1,4 a Stagione.

In sostanza se si escludono Coppa Italia e FISTF , a Squadre si gioca molto poco .

Se confrontiamo questi dati con quelli del Ranking di Dicembre 2017 vediamo che nel 2017 avevamo:

Tornei Disputati = 31

Totale Iscrizioni = 415

Squadre attive = 117

In circa 2 anni abbiamo avuto una calo del 40% delle partecipazioni a Squadre CDT (escluso Campionati Serie A,B,C,D)

Conclusioni

In sostanza il Subbuteo FISCT conferma anche a Squadre dei buoni numeri come nell’Individuale , nonostante esistano in Italia altri circuiti come Old Subbuteo, LNS-OPES e la presenza FISCT nella penisola sia a macchia di leopardo. Pero’ mentre negli Individuali non c’è grande differenza rispetto al CDT, a Squadre il CDT muove ancora circa il doppio di partecipazioni del Subbuteo.

Pero’ mentre il Subbuteo tradizionale in FISCT è in fase di sviluppo, il Calcio Tavolo è in drastico calo.

A questa statistica va’ comunque aggiunta la considerazione che i Campionati Nazionali FISCT CDT Serie A,B,C,D e i Major FISTF CDT rappresentano comunque l’eccellenza assoluta come Eventi.

Quindi per il Calcio Tavolo gli interventi da fare potrebbero essere questi:

  • Consolidare i Campionati Serie A,B,C,D, , Coppa Italia e Major che sono l’eccellenza. Se non salvaguardiamo questi mettiamo in crisi tutto il Movimento CDT.
  • Ripensare totalmente i tornei a Squadre minori che di fatto, raccolgono attualmente poche iscrizioni.

E’ necessaria una (mezza) riforma del gioco a Squadre

A questo aggiungo una mia considerazione molto soggettiva. Essendo un “giocatore di medio-basso livello” ho sempre avuto difficoltà a giocare a Squadre. I Club sono generalmente piccoli, per cui spesso si fa’ fatica ad entrare nei 5 della prima squadra e spesso non ci sono i numeri per formare la seconda squadra. Molto spesso capita di essere in 3 e la squadra non parte. E’ matematico. Questo problema è generalizzato e fa’ da freno allo sviluppo del gioco.

Il gioco a Squadre a parere di molti è piu’ divertente e coinvolgente degli individuali , la “vera” eccellenza sono infatti i Campionati e/o i grandi Tornei a Squadre, per molti giocatori gli unici veri eventi imperdibili della Stagione FISCT / FISTF.
Il Subbuteo / Calcio Tavolo a Squadre …sarebbero.. i prodotti su cui puntare per crescere.

Purtroppo pero’ lo schema Squadre / CLUB / Filiali è troppo rigido , quindi a parte le prime squadre , è sempre difficile formare altre squadre e coinvolgere piu’ giocatori. Dovremmo invece dare a tutti la possibilità di giocare a Squadre.

Bisogna essere 4/5 oppure 8/10. Se siamo 2,3 o 6/7 … qualcuno resta sempre a casa.

Questa rigidità va’ bene per tenere in piedi “la magia” dei Campionati e dei Major FISTF dove le squadre devono avere tutta una particolare gestione oramai consolidata, compatibile con le Regole FISTF.

Questa rigidità NON va’ bene per creare il ricambio generazionale e fare entrare nuovi giocatori.

I tornei a Squadre di medio livello dovrebbero avere una formula che consenta la formazione di Squadre che aggregano piu’ giocatori di club diversi (con regole che evitino furbate ed esagerazioni) in modo da semplificare la partecipazione e non lasciare nessuno a casa. Quelli piu’ di talento, finiranno poi nelle prime Squadre, gli altri pero’ almeno giocano con regolarità !

La cosa piu’ stupida… passatemi il termine … è che con lo schema attuale impediamo ai nuovi giocatori di avvicinarsi al gioco a Squadre …. ovvero gli impediamo di scoprire la cosa piu’ bella di questo Gioco…

E’ come se un’Azienda tenesse nascosto il suo miglior prodotto!

…non sorprendiamoci se dopo non si sentono coinvolti e abbandonano.

Ovviamente tutto questo mette su un livello assolutamente inferiore le problematiche relative alla formula delle prossime Serie A,B,C,D , se non l’ultima discussione nata in merito al fatto che i Dirigenti non debbano giocare la Serie A o B. Scusate , ma di fronte ad un calo pesantissimo delle partecipazioni , queste mi paiono veramente sciocchezze.

Il nostro Movimento ha bisogno di individuare nitidamente quali sono i veri problemi da affrontare.

“Il Rompipalline” a cura di AstonVilla64 (qui trovi la mia presentazione)

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: