Il “PROGETTO SCUOLA” targato FISCT

Dopo avervi proposto il Progetto Scuola della Lega Nazionale Subbuteo, oggi analizziamo come la FISCT affronta il medesimo progetto e con che proposte.

Partiamo dal dire che la FISCT propone ai club che si faranno carico dell’esecuzione del progetto nelle scuole un rimborso per un massimo di trenta ore di corso. Non conosciamo l’importo del rimborso all’ora, ma sicuramente è interessante pensare che “l’istruttore” non opererà gratuitamente.

Sulla comunicazione FISCT si legge: “al termine delle attività, i club dovranno documentare il lavoro svolto con foto e video (queste ultime anche durante lo svolgimento del corso), nonché con una attestazione scritta e firmata dal dirigente scolastico, attestante il numero esatto di ore in cui si è articolato il progetto“. Decisamente importante avere una certificazione terza dell’attività per poter certificare che l’attività prevista è stata regolarmente svolta.

IL PROGETTO

Il progetto FISCT inizia accennando brevemente alla storia del calciotavolo:

Il Calcio da tavolo-Subbuteo è un gioco nel quale viene riprodotto, in miniatura, il gioco del calcio. Il gioco nacque in Gran Bretagna nel 1947 da un’idea dell’ornitologo Peter Adolph, che riprendeva, però, quella di un gioco già esistente dagli anni Trenta, il New Footy, creato da W.L. Keelings.

Originariamente Adolph avrebbe voluto chiamare il gioco The Hobby; il termine in inglese significa “passatempo”, ma designa anche una specie di falco diffuso in Europa, il lodolaio. Dal momento che il termine “Hobby”, secondo l’Ufficio Brevetti inglese, non era registrabile, l’inventore del gioco prese in prestito parte del nome scientifico: quello di Falco subbuteo.

Il gioco ha avuto grande diffusione anche in Italia soprattutto durante gli anni Settanta e Ottanta. Oggi esso vive una seconda giovinezza e le sue attività agonistiche sono organizzate dalla FISCT (FEDERAZIONE ITALIANA SPORTIVA CALCIO TAVOLO).

A seguire affronta in modo molto dettagliato l’analisi della funzione educativa soffermandosi su dettagli tecnici molto utili agli insegnanti o dirigenti scolastici per valutare la validità del progetto.

IL PERCORSO FORMATIVO PRATICO

Infine si sviluppa su un percorso formativo di 24 incontri di 2 ore l’una. In dettaglio il tempo dedicato alle regole sarà di 30 minuti e lo spazio al gioco sarà di 1h e 30′. Sicuramente centrato il fatto di lasciare spazio al gioco che non annoia i ragazzi, ma li spinge a provare e scoprire il calciotavolo.

  1. Presentazione : I tre tocchi, l’area di tiro, regole base del CDT.
  2. Il passaggio ed il controllo della palla.: si comincia a prendere confidenza con il panno verde (superficie di gioco)
  3. Controllo e possesso della palla: controllare il maggior tempo possibile la palla senza sbagliare con tre tocchi per miniatura
  4. Controllo e possesso della palla: controllare il maggior tempo possibile la palla senza sbagliare con due tocchi per miniatura
  5. Creiamo la nostra squadra: tecniche di pittura e modellismo.
  6. Regole avanzate: l’uso del portierino,
  7. Regole avanzate: back e punizione,
  8. Regole avanzate: il fuorigioco
  9. Controllo e possesso della palla: controllare il maggior tempo possibile la palla senza sbagliare con due tocchi per miniatura
  10. L’aggancio da lontano + mini partite
  11. Tiri piazzati + mini partite
  12. Tiri da centro campo + mini partite
  13. Continuiamo a giocare: mini partite a squadre da 3
  14. Tiri dalla propria area di tiro + mini partite
  15. Aggancio e tiro + mini partite
  16. Tiro al volo da calcio d’angolo + mini partite
  17. Il taglio + mini partite
  18. Il giro + mini partite
  19. Incominciamo a giocare: prime forme di gioco organizzato (mini tornei)
  20. Mini torneo con partite da 16 minuti (8 min per tempo)
  21. Continuiamo a giocare : mini – partite 3 > 3
  22. Torneo a squadre conclusivo (le squadre devono essere formate da due o tre giocatori)
  23. Torneo a squadre conclusivo (le squadre devono essere formate da due o tre giocatori
  24. Premiazioni e riconoscimenti
Progetto scuola FISCT di Messina – Fonte subbuteoforum

CONCLUSIONI

Alla fine del progetto viene riportato il materiale necessario per lo sviluppo del corso specificando che il materiale sarà interamente fornito dall’istruttore.

Per avere informazioni dettagliate è sufficiente inviare una mail a segreteria@fisct.it

Questo il progetto scuola FISCT che affronta da un’angolazione molto diversa il progetto scuola rispetto a quello della Lega Nazionale Subbuteo.

Entrambe hanno il fine di sviluppare e promuovere il gioco e sarà nostra cura seguire lo sviluppo di entrambe le attività, problemi attuali di virus permettendo, per valutare la reale bontà dei progetti ed i risultati che ne deriveranno.

Una bella sfida che potrà vedere solo due vincitori e nessuno sconfitto perché tutto ciò che fa bene allo sviluppo fa bene al calciotavolo!

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: